• (+39) 339.1573003
  • info@criminologiaicis.it

MARIO BIONDO: TRE AUTOPSIE PER CHIARIRE LA DINAMICA DELLA MORTE In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Tre autopsie e ancora qualche mistero sulla morte, nel 2013 a Madrid, del giovane cameraman Mario Biondo. Gli esiti dell'esame medico-legale potrebbero non essere stati esaustivi, tanto che la Procura Generale di Palermo ha riaperto il caso. Nessun dubbio che la medicina legale, sul piano dell'utilizzo nelle indagini e nei processi, rientri tra le scienze (tradizionalmente) riconosciute nel mondo scientifico. Altro discorso è la forza probatoria della perizia medico-legale nel processo.A riportare in evidenza questa distinzione concettuale abbiamo l'oscuro caso della morte a Madrid del cameraman palermitano Mario Biondo, il 30 maggio 2013.Sul corpo del giovane sono state eseguite ben tre autopsie: la prima dalle autorità spagnole, le altre due in Italia, dopo la riesumazione del corpo disposta dai PM su richiesta dei genitori.Il primo esame – giudicato dalla famiglia come troppo sbrigativo – si concluse avvalorando l'ipotesi del suicidio. La seconda autopsia diede lo stesso esito. I risultati della terza autopsia – svolta presso l'Istituto anatomico del Policlinico di Palermo con esperti nominati dai pubblici ministeri italiani e anche da una squadra assunta dalla famiglia – sono attesi entro la fine di gennaio.

LA SCENA DEL CRIMINE - Il cadavere fu trovato adagiato di spalle alla libreria con una pashmina attorno al collo. Rifiutando l'ipotesi del suicidio, i legali della famiglia hanno fatto pervenire al Procuratore Generale alcune perplessità: innanzitutto la postura del cadavere. Il giovane si sarebbe impiccato ad una libreria ma è anomalo che gli spasmi di un uomo di 80 chili non abbiano provocato la caduta di nessun oggetto, neppure di due piume su una mensola. I periti di parte ricostruiscono invece quella che sembra la scena di un omicidio. Sul collo ferite compatibili con un cavo e non una pashmina. Sulla tempia segni di un colpo compatibile con un posacenere, come quello ritrovato nell’appartamento. Secondo questa ipotesi Biondo sarebbe stato stordito e poi strangolato. E su questo la nuova autopsia potrebbe fare chiarezza. Sul cadavere è stata infatti effettuata una Tac per rilevare eventuali microlesioni. IL MOVENTE? La difesa della famiglia avrebbe anche individuato un possibile movente. Si è parlato di depressione, ma la sorella ha riferito che la sera prima contattato da lei e dal fratello si era dimostrato entusiasta per il lavoro di regia che stava per ottenere.

Dopo la morte dal computer di Mario sarebbero stati cancellati centinaia di file. Chi è stato a farli sparire e perché?». Secondo quanto riportato da Il Corriere della Sera del 19.11.2018, la famiglia sostiene che, giorni prima di morire, Mario Biondo avrebbe fatto delle ricerche in Rete che potrebbero «aver svelato verità imbarazzanti».

 

 

 

 

Letto 136 volte
Altro in questa categoria:

Chi siamo

L'Associazione Criminologi per l'Investigazione e la Sicurezza (AICIS) è una associazione di professionisti costituita ai sensi della legge n. 4/2013 per rappresentare e garantire le prestazioni professionali del Criminologo certificato.

Criminologi Certificati

I professionisti certificati in conformità alla Norma UNI sulla professione del Criminologo, possono in tal modo garantire all'utenza propria preparazione e serietà professionale, in linea con il codice etico e con il codice di comportamento dell'associazione AICIS.

Contatti

Sede Nazionale: Via Carlo Cignani, 19 - CAP 47121- Forlì

c.f.92090150407 - Reg. nr 3366 in data 09/11/2016

(+39) 339.1573003

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sede Regionale Lombardia: Via Cardano, 8 - CAP 27100 - Pavia

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sede Regionale Toscana: P.zza Attias, 21 - CAP 57123 - Livorno

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sede Regionale Umbria: Via Delle Industrie 78, CAP 06034 - Foligno

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sede Regionale Campania: Via Don Minzioni, 18 - CAP 83100 - Avellino

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sede Regionale Lazio: Via Roma, 55 - CAP 04022 - Fondi (LT)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© 2017 AICIS cf. 92090150407 Reg. nr.3366 in data 09/11/2016.Designed By Bruniconet

Cerca