• (+39) 339.1573003
  • info@criminologiaicis.it

25 MLN $ PER LA CATTURA DI AL BAGHDADI CALIFFO DELL'ISIS In evidenza

Vota questo articolo
(0 Voti)

Si chiama Abu Bakr Al Baghdadi ed è l'uomo più ricercato al mondo. E' il leader della più pericolosa organizzazione terroristica mai esistita e responsabile di migliaia di morti innocenti. Sulla sua testa pende una taglia da 25 milioni di dollari. A dargli la caccia sono i servizi segreti di tutto il mondo, in testa gli americani che per scovare Califfo impegnano i droni, le divisioni cyber e le special forces sul campo. Ma sono molto impegnati anche i servizi curdi e quelli iracheni con loro agenti sotto copertura, nonché le divisioni russe, responsabili però nel giugno 2017 di aver diffuso nel 2017 la notizia – non verificata – della morte di Al Baghdadi.

Nel tentativo di localizzarlo l'intelligence ha analizzato l’ultimo filmato di propaganda diffuso da Media Al Furqan sito di riferimento del sedicente Stato islamico, deducendo che il califfo potrebbe nascondersi in una zona montuosa situata al confine tra la Siria e l'Iraq, sulle montagne di Sinjar oppure nel deserto a sud di Hasakah. Un indicazione a dire il vero un po' generica. A confermalo la verifica delle temperature nell'aerea appena citata, che coincidono con i vestiti pesanti indossati dal sedicente Califfo. Peraltro si tratta di una località molto vicina al suo luogo di nascita dove Al Baghdadi riesce ad evitare il tradimento. Si ipotizza addirittura che paghi letteralmente il silenzio di chi è conoscenza dei suoi spostamenti, attraverso “mazzette” e “donazioni” ai capi delle tribù dei territori dove di volta in volta si sposta. L'altra ipotesi è che non comunichi più via radio e abbia adottato il sistema dei «pizzini» (messaggi scritti o orali) già utilizzato da Osama Bin Laden e Al Zawahiri e in ambiente mafioso da Bernardo Provenzano. Stando alle notizie trapelate sulla stampa nel 2016 il Califfo avrebbe commesso un grave errore che ha rischiato di costargli la vita. Per 45 secondi ha parlato via radio ai suoi seguaci per esortarli a resistere mentre erano impegnati nella battaglia per la città di Mosul, che sarebbe poi caduta. Quel messaggio è stato intercettato e ha dato il via ad un frenetico tentativo della coalizione anti Isis di trovarlo e ucciderlo in un raid. Ma individuato il punto da cui era partita la chiamata, il Califfo si era già dileguato. Ora, dunque, bandita ogni comunicazione sia pure criptata per le comunicazioni terroristiche, è facile pensare che Al Baghdadi abbia imposto il silenzio radio. Secondo l'intelligence, inoltre, il Califfo si muoverebbe con la protezione da un gruppo selezionato e ristretto di fedelissimi. Il suo cerchio magico sarebbe composto da tre persone: il suo fratello maggiore Joumouaa, il suo autista e guardia del corpo Abdellatif al-Juburi, suo amico di infanzia, e il suo messaggero, Saud al-Kourdi. Per arrivare a lui dunque bisogna agganciare una di queste figure.

 

 

Letto 181 volte
Altro in questa categoria:

Chi siamo

L'Associazione Criminologi per l'Investigazione e la Sicurezza (AICIS) è una associazione di professionisti costituita ai sensi della legge n. 4/2013 per rappresentare e garantire le prestazioni professionali del Criminologo certificato.

Criminologi Certificati

I professionisti certificati in conformità alla Norma UNI sulla professione del Criminologo, possono in tal modo garantire all'utenza propria preparazione e serietà professionale, in linea con il codice etico e con il codice di comportamento dell'associazione AICIS.

Contatti

Sede Nazionale: Via Carlo Cignani, 19 - CAP 47121- Forlì

c.f.92090150407 - Reg. nr 3366 in data 09/11/2016

(+39) 339.1573003

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sede Regionale Lombardia: Via Cardano, 8 - CAP 27100 - Pavia

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sede Regionale Toscana: P.zza Attias, 21 - CAP 57123 - Livorno

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sede Regionale Umbria: Via Delle Industrie 78, CAP 06034 - Foligno

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sede Regionale Campania: Via Don Minzioni, 18 - CAP 83100 - Avellino

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Sede Regionale Lazio: Via Roma, 55 - CAP 04022 - Fondi (LT)

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

© 2017 AICIS cf. 92090150407 Reg. nr.3366 in data 09/11/2016.Designed By Bruniconet

Cerca